Arte

NEGLI OCCHI DEI MUSICISTI
Itinerari visivi alla ricerca degli altri sensi
a cura di Progetto Museo
Cosa vedevano, per dove passeggiavano, quali luoghi frequentavano, quali materiali toccavano i grandi musicisti che hanno reso Napoli la capitale della musica ancor prima che arrivasse Carlo di Borbone e che costruisse il suo magnifico teatro? Progetto Museo propone, in occasione del Festival Internazionale di Musica Antica Soave sia il vento, un programma di visite in citta per vivere gli spazi, vedere le opere, girare per le strade che sono state parte nella formazione di uno dei piu importanti beni culturali della citta: la produzione musicale tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento. L’Associazione Progetto Museo, che dal 1998 cura le attivita didattiche della Soprintendenza per il PSAE e Polo Museale della citta di Napoli e progetti di divulgazione culturale per diversi enti, ha accolto l’invito della Centro di Musica antica Pieta de’ Turchini ed ha pensato ad un programma che spazia tra strade chiese, piazze, piccole cappelle e oratori per favorire una comprensione piu vasta di quel gran fenomeno culturale che fu la musica a Napoli. Si parte il 22 novembre con un itinerario nell’area di via Medina. Teatri, conservatori, oratori, cappelle caratterizzavano un’area che ha subito grandi trasformazioni, ma che ha conservato in molti dei suoi spazi i segni pulsanti di un’epoca. Il 29 novembre e la volta di Nicolo Jommelli e di una visita al Conservatorio di Musica San Pietro a Maiella, mentre il 7 dicembre la visita sara dedicata a far rivivere le atmosfere dell’area che da San Gennaro all’Olmo porta alla chiesa dei Girolamini, oggetto di una speciale visita dedicata al rapporto con la musica dell’Ordine oratoriano, e a sviluppare un discorso sull’intreccio tra i musicisti e gli spazi della citta. Il 4 gennaio per prepararsi al barocco, si propone un’ultima visita alla ricerca delle forme, dei colori, dei materiali con cui i musicisti sono entrati in contatto: e quale spazio e piu multisensoriale della chiesa della Certosa di San Martino? I fiori variopinti nei marmi di Fanzago, i cieli aperti e ariosi degli affreschi di Lanfranco, il naturalismo dei profeti di Ribera e le levita della pittura di Luca Giordano, diventano uno strumento per entrare negli occhi dei pittori, per stabilire una relazione tra le arti.
Prenotazione obbligatoria lun-ven 10.00-14.00
081 440438 - info@progettomuseo.com
€ 5,00

Tanzio da Varallo incontra Caravaggio.<br>Pittura a Napoli nel primo Seicento

24 ott 2014
GALLERIE D’ITALIA | PALAZZO ZEVALLOS STIGLIANO

Tanzio da Varallo incontra Caravaggio.
Pittura a Napoli nel primo Seicento


Continua >>

Negli occhi dei musicisti

22 nov 2014
CHIESA DELLA PIETA' DEI TURCHINI

Negli occhi dei musicisti


Continua >>

Negli occhi dei musicisti

29 nov 2014
CONSERVATORIO DI MUSICA SAN PIETRO A MAJELLA

Negli occhi dei musicisti


Continua >>

Negli occhi dei musicisti

07 dic 2014
CHIESA DI SAN GENNARO ALL'OLMO e CHIESA DEI GIROLAMINI

Negli occhi dei musicisti


Continua >>

Negli occhi dei musicisti

04 gen 2015
CHIESA DELLA CERTOSA DI SAN MARTINO

Negli occhi dei musicisti


Continua >>